Il must è la borsa mini (e componibile), dicono LV, Gucci e Fendi

La piccola pelletteria è bella, soprattutto perché si rivela componibile. Le ultime tendenze in fatto di borse vedono il recupero delle piccole, a volte piccolissime, dimensioni da parte dei designer delle firme del lusso. E il mese di ottobre, tra capsule collection, prevendite online o in selezionate boutique, è esempio di come siamo già oltre il rilancio del marsupio, mentre la dimensione clutch è virata in modalità più morbida e adattabile a diversi look e urban style. Con i dovuti distinguo e segni di originalità da parte delle griffes.

Louis Vuitton e la sua multi-pochette
Da Rihanna a Gigi Hadid, le grandi star del jet set sono già tutte addicted della multi pochette di Louis Vuitton, modello che affonda le sue radici negli anni ’90 e che mette insieme tre pezzi simbolo di Vuitton: la pochette e la minipochette Accessoires insieme al portamonete rotondo. La multi-pochette è così apprezzata dalle star per la versatilità d’uso: in dotazione infatti ci sono una catenella dorata e una tracolla jacquard (verde o rosa) che consentono di adattare la borsa a diversi look.

Gucci e la sua Dionysus
Quattro versioni made in Italy, in pelle nera o rosso scuro, in camoscio nero o con il monogramma su tessuto GG supreme. La mini borsa Dionysus di Gucci, con la bella fibbia dalle doppie teste di tigre, può contenere solo uno smartphone o poco più: ha una tracolla a catena e un anello portachiavi rimovibile, così può andare in coordinato a borse più grandi. Questa è la borsa più piccola proposta da Gucci sul suo store online, ma la Marmont in pelle matelassé e la Zumi non sono poi molto più grandi, lunghe solo 17 centimetri e larghe poco più di dieci.

Un po’ di mini anche per Nicki Minaj
Mini borse nei toni del fucsia e dell’argento anche per Fendi nella nuova capsule collection futurista da 127 pezzi targata Nicki Minaj. La rapper e influencer statunitense ha anche lanciato un singolo intitolato Fendi, nel quale collabora con il cantante trap Murda Beatz, ed è un invito per niente velato ad acquistare capi e borse Fendi. (aa)

Nell’immagine, da sinistra i modelli: Louis Vuitton, Gucci e Fendi 

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati