La giostra continua: Massenet va da Farfetch, Bellini da Margiel, Luella Bartley da Calvin Klein. Novità anche per Oliver Sweeney

Trascorso oltre un anno dalla sua uscita dal gruppo Yoox Net-a-Porter, Natalie Massenet, 51 anni, approda a Farfetch. Massenet, fondatrice di Net-a-Porter nel 2000 e attuale presidente del British Fashion Council, avrà l’incarico di vice presidente non esecutivo e siederà accanto al fondatore e ceo del gruppo inglese José Neves che ha portato Farfetech a generare un giro d’affari di 800 milioni di dollari nel 2016. Secondo gli analisti, l’ingresso di Massenet darà un’ ulteriore spinta a Farfetch che sta vivendo “un momento di splendida forma”. Da Maison Margiela arriva Riccardo Bellini in qualità di ceo. Sul suo nome ha puntato il gruppo veneto OTB (Only The Brave) di Renzo Rosso che controlla il brand. Bellini, ex Diesel, prende il posto di Giovanni Pungetti che, dopo 14 anni trascorsi alla maison, diventerà AD di Otb per la Cina. La stilista britannica Luella Bartley (nella foto)è stata nominata capo dell’ufficio design di Calvin Klein. Negli anni scorsi ha contribuito al successo di Mulberry prima di approdare come co-stilista e co-fondatrice della linea lusso Hillier Bartley. Sempre nel Regno Unito, Oliver Sweeney ha nominato Chris Webster come amministratore delegato e chief operating officer del brand. Il nuovo arrivato permetterà al ceo e “capo ciabattino” Tim Cooper di concentrarsi sullo sviluppo del prodotto e del marchio. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati