L’approdo logistico di Kering in Piemonte: si apre a inizio 2020

La logistica di Kering aTrecate

Più di 200.000 metri quadrati di superficie coperta (ma il totale dell’area è di 420.000) suddivisi in tre edifici. Il nuovo hub logistico piemontese targato Kering, sarà attivo già a inizio 2020. L’operazione è stata curata da Logistic Capital Partners che ha investito 175 milioni di euro, promette di rivelarsi una delle più importanti in ambito europeo e, forse, la prima in Italia.

Rivoluzione territoriale
La scelta effettuata da Kering di trasferire la logistica dalla Svizzera a Trecate, a 50 km da Milano e a un passo dall’aeroporto di Malpensa, è una rivoluzione territoriale. L’arrivo di Gucci, e delle altre griffe del colosso francese, non rappresenta solo un’immediata boccata di ossigeno per l’occupazione locale (2.500 posti di lavoro), in quanto la realizzazione di questo polo fashion darà i suoi frutti in termini di indotto.

La felicità del sindaco
Felice, a dir poco, il sindaco di Trecate (che è anche presidente della Provincia di Novara), Federico Binatti, che ha tenuto i rapporti con Kering. Rapporti divenuti strettissimi nel 2018, quando il progetto si è concretizzato. Dalla sua, Trecate aveva pronta già dal 2016 l’area giusta, progettata dalla precedente giunta. “Non potevamo aspettarci di meglio dell’interesse suscitato in LCP che, per l’alto profilo, è una garanzia di serietà – ha detto Binatti –. Ritengo che i risultati saranno anche superiori alle nostre già altissime aspettative”.

Impatto zero
Il progetto è a impatto zero e va a migliorare la zona. Consente il recupero dell’antica strada romanica e valorizza gli spazi verdi. Un nuovo piano del traffico garantisce la viabilità con la creazione anche di una pista ciclopedonale che collega l’hub al centro. E poi ci sono gli oneri di urbanizzazione che Trecate utilizza per asfaltature, segnaletica, impianti sportivi, videosorveglianza.

L’indotto
“Commercio, (un supermercato è già in fase di realizzazione, ndr), crescita dei valori immobiliari, apertura a nuove strutture ricettive, nuovi investitori: sono tutti ambiti per i quali vediamo grandissime opportunità”, dice Binatti che ha già cominciato a confrontarsi con l’arrivo dei lavoratori in zona. “Siamo tutti molto motivati e parlo anche a nome del sindaco di Novara, Alessandro Canelli: sappiamo che dal punto di vista strategico quest’area è preziosa e che l’arrivo di Kering è un volano per un bacino provinciale di 370.000 persone, destinate a questo punto, ad aumentare”.

Nell’immagine, un rendering del nuovo polo logistico Kering a Trecate

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati