Lusso addio, Mulberry torna al passato

I risultati dell’anno fiscale chiuso il 31 marzo (-3% delle vendite) e quelli delle dieci settimane successive (-15% al 7 giugno) hanno indotto la direzione di Mulberry ad accelerare il ritorno all’originaria filosofia del brand: l’area del lusso accessibile. L’azienda britannica ha effettuato profondi cambiamenti nei team del management e creativo mentre il presidente esecutivo, Godfrey Davis, ha confermato che “occorrerà almeno un anno per il ritorno ai profitti” e che quello in corso “sarà un anno ragionevolmente difficile”. Davis deve completare l’organigramma con il nuovo direttore creativo e il ceo. Il cambio gestionale e stilistico intende riportare le borse Mulberry fra le 500 e le 800 sterline (550-1.000 euro) per riconquistare il consumatore inglese, che non ha gradito l’ascesa dei prezzi a oltre mille sterline. Davis ha spiegato che il brand, conosciuto per la sua classica borsa marrone di ispirazione postale, tornerà alle origini per sfoggiare quel “bellissimo look pratico di esigenza quotidiana”. Mulberry fonda il bilancio sulle vendite domestiche per il 60-70%. (pt)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati