I “misteri” della Borsa: premia Tod’s, con il fatturato in calo, e punisce Ferragamo, col bilancio in crescita. Perché?

Fatturato in calo per Tod’s ma il suo titolo vola; fatturato in leggero rialzo per Ferragamo ma il titolo affonda. Come mai? Semplice, la Borsa valuta le prospettive future, per cui crede nel piano strategico enunciato da Della Valle mentre prevede difficoltà per la maison fiorentina. Secondo gli analisti, che influenzano il mercato, il piano strategico di Diego Della Valle funzionerà. Citigroup ha incrementato il target sul titolo e ha confermato il suggerimento ad acquistarlo. Stessa cosa avevano fatto in precedenza Deutsche Bank e Kepler Cheuvreux proprio per il miglioramento delle stime sull’utile per azione per i prossimi esercizi e per una posizione finanziaria 2016 che sarebbe stata positiva senza l’acquisizione del marchio Roger Vivier. Gli stessi analisti di Kepler Cheuvreux hanno viceversa giudicato i conti di Ferragamo deludenti e hanno abbassato il giudizio sul titolo. Prima di tutto perché a tassi di cambio costanti, il fatturato si sarebbe ridotto del 2%, e poi perché l’utile è cresciuto sfruttando il Patent Box ed infine le dichiarazioni di cautela per il primo semestre 2017 arrivate dal management Ferragamo. E probabilmente molti investitori hanno deciso di vendere il titolo per incassarne gli utili, visto che dall’estate scorsa l’azione ha guadagnato oltre il 60%. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati