Parigi: poliziotti cinesi per difendere i turisti (cinesi) del lusso

Ogni anno Parigi viene visitata da un sempre maggior numero di turisti provenienti dalla Cina. Sono stati circa un milione e mezzo nel 2013 e si stima che quest’anno la cifra aumenterà del 40%, dopo che la Francia ha facilitato l’ottenimento del visto turistico per i cittadini cinesi. Nel 2013 è stato tuttavia registrato nella Ville Lumière un forte aumento dei furti ai loro danni (+22% rispetto al 2012) a causa dell’uso quasi esclusivo di contanti e non di carte di credito per effettuare gli acquisti di lusso. Un fenomeno ritenuto “gravissimo” dalle griffe che lo percepiscono come un potenziale danno indiretto per i loro store parigini e un “invito” ai turisti di Pechino di fare shopping a Milano o Londra. Soluzione? Eccola: il ministro degli Interni francese Bernard Cazeneuve ha ufficialmente chiesto alla Polizia cinese di fornire una decina di unità per pattugliare i numerosi connazionali che visiteranno da turisti Parigi nel corso della prossima estate. Se necessario, i poliziotti potranno fungere anche da traduttori per garantire una perfetta comunicazione tra i turisti e i colleghi transalpini. (ap)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati