Poltrone: Kering premia Balenciaga, un DG per Carven, Kenzo senza stilisti

Balenciaga sale ai piani alti di Kering. LVMH si ritrova a dover rimettere in pista la creatività di Kenzo. La griffe, infatti, ha perso i due designer Carol Lim e Humberto Leon che hanno lasciato il brand dove erano arrivati nel 2011, subentrando ad Antonio Marras. Lim e Leon se ne vanno per concentrarsi sullo sviluppo del proprio store-marchio newyorchese, Opening Ceremony, che hanno fondato nel 2002 quando ancora erano studenti universitari. A Parigi, il 23 giugno, durante la Fashion Week sarà celebrata la loro ultima uscita in passerella per Kenzo.

Kering, intanto, ha annunciato l’ingresso di Cédric Charbit, 41 anni, ceo di Balenciaga, all’interno dell’Executive Committee del Gruppo dal prossimo primo luglio. “La nomina segue due anni di forte crescita di Balenciaga, guidata dalla leadership di Cédric Charbit e dalla creatività di Demna Gvasalia, artistic director del marchio” si legge nella nota diffusa dal gruppo che dunque premia Balenciaga, marchio che con la sua crescita ha aumentato il proprio peso all’interno del conglomerato francese del lusso.

Una ex Balenciaga, invece, è stata nominata direttrice generale di Carven: Daphné Cousineau. A sceglierla è stato il gruppo francese Icicle che ha salvato l’etichetta francese dalla bancarotta lo scorso anno. Cousineau è la prima mossa per il rilancio del brand dopo il licenziamento dell’ex direttore creativo Serge Ruffieux, lo scorso novembre. Resta ancora vacante la guida stilistica. (mv)

Immagine tratta da balenciaga.com

 

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati