Ppr sfiora i 10 miliardi, utile oltre 1 miliardo

I risultati di bilancio 2012 del gruppo Ppr, che controlla tra gli altri Gucci, Bottega Veneta e Yves Saint Laurent, sono stati comunicati stamane dalla sede di Parigi.
Il giro d’affari sfiora i 10 miliardi di euro, con un balzo del 20,8%, chiudendo l’anno a 9,74 miliardi e superando le attese degli analisti. L’utile oltrepassa la soglia del miliardo, nonostante la perdita netta delle attività non luxury Fnac e La Redoute (276 milioni di “rosso”), che la famiglia Pinault ha intenzione di cedere, e del brand Puma, che ha perso 42 milioni di euro. Nel solo comparto lusso, l’utile ricorrente è aumentato del 28,2%.
François-Henri Pinault, presidente e amministratore delegato, ha commentato: “I risultati 2012 sono eccellenti, grazie alle performance di tutti i brand della divisione lusso. Il potenziale di crescita significativo dei nostri brand è guidato dalla forza, dall’eccezionale qualità dei loro prodotti e dallo sviluppo rigoroso dei loro canali distributivi”. Pinault ha aggiunto che confida nell’incremento delle performance operative e finanziarie anche per il 2013.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati