I russi (e i turisti) son tornati, Global Blue certifica il rilancio dei consumi europei tax free: +11% nei primi 9 mesi

Bentornati russi. Bentornati turisti spendaccioni. Nei primi 9 mesi il tax free shopping in Europa è cresciuto dell’11%, mettendo alle spalle un 2016 negativo e tornando a una quota di vendite in negozio vicina al picco del 2015 (223 milioni di euro). L’Italia partecipa alla festa del Vecchio Continente (che da solo raccoglie l’84% dello shopping tax free mondiale) con una progressione dell’8% scatenata dai russi (+27% su base annua) e dalla vivacità dei cinesi (la principale nazionalità di provenienza, che stacca il 29% degli scontrini tax free nello Stivale). È l’andamento dei consumi rilevato da Global Blue e presentato a Milano durante l’Osservatorio Altagamma 2017. Secondo i dati, sono in crescita tutti i segmenti di mercato: lusso (+9%), premium (+12%) e mass market (+11%). Per gli ultimi tre mesi dell’anno Global Blue prevede la conferma dello shopping tax free in Europa in area positiva, con buone performance in Spagna (+16%) e Italia (+7%).

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati