Stop 2018 per Ferragamo: fatturato giù del 3,4% (1,35 miliardi di euro), tiene la pelletteria (+1%)

Frenano le vendite di Salvatore Ferragamo. La casa di moda toscana ha chiuso l’esercizio 2018 con un fatturato a quota 1,35 miliardi di euro, in calo del 3,4% rispetto al 2017. La contrazione maggiore si è registrata nel quarto trimestre, nel quale le vendite sono scese del 3,6% a causa dell’andamento delle valute (-1,8% a cambi costanti), dell’incidenza minore che sono stati in grado di determinare i saldi di fine stagione e delle performance non lusinghiere del wholesale. Quest’ultimo ha registrato un calo del 3,8% nel corso dell’anno mentre il retail è sceso del 3%, infine il like-for-like dell’1,4%. Il mercato asiatico resta quello di riferimento per il gruppo, capace di registrare nell’area 505,5 milioni di ricavi, con la Cina in crescita del 7,6% nell’ultimo trimestre ma il Sud-Est in calo dell’1% e il Giappone dello 0,4%. Le vendite nei Paesi dell’area EMEA si sono invece ridotte del 6,1%, nel Nord America del 5,4% e nel resto del Nuovo Continente del 2,3%, nonostante il Sud America,  ma in crescita del 3,8% a cambi costanti. Considerando i prodotti, invece, a fronte del calo di vendite delle calzature (-5,9% a 554,6 milioni di euro), dell’abbigliamento (-14,9%) e degli accessori (-8,6%), si registra la tenuta della pelletteria (+1%) e dei profumi (+5,6%).

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati