In Franciai piccoli macelli chiudono

Francia, gigante in concentrazione

Si può partire da un caso di cronaca dello scorso giugno. Il Tribunale Commerciale di Coutances ha avviato la “procedura di controllo” per il macello pubblico di Saint-Hilaire-du– Harcouët, comune francese nel dipartimento della Manica. La procedura semestrale serve a tenere in sicurezza creditori e dipendenti in attesa del risanamento del bilancio. È rinnovabile per un massimo di due volte, presuppone una soluzione della crisi entro il 2021. Entro quella data il macello dovrà dimostrare di essere in grado di procedere con le operazioni. O dovrà chiudere.
È solo l’ultimo esempio di una situazione problematica che, dai macelli agli allevamenti, vede il mercato francese della carne alle prese con una drastica riduzione del numero di player in attività.

Per leggere questo articolo clicca qui e scopri tutte le  formule di abbonamento al mensile La Conceria.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati