La spinta del bovino australiano wet blue

Tra le materie prime della concia in forte crescita spicca il bovino australiano semilavorato, il cui utilizzo una volta rifinito è principalmente per calzatura e arredamento. I prezzi del wet blue australiano, riporta una nota Unic, hanno visto un andamento crescente negli ultimi 18 mesi, con la spinta principale fra il luglio 2012 ed il maggio 2013, periodo in cui sono aumentati del 35%. Un ulteriore 6% si è aggiunto da allora, pur rimanendo tendenzialmente stabili, mentre la variazione media annua fra il 2012 ed il 2013 è stata del 23%, indipendentemente dalla taglia della pelle. La bovina australiana è cresciuta più della corrispettiva selezione brasiliana, utilizzata per analoghe destinazioni e in variazione media delll’11% nel 2013 sul 2012. Tornando alle australiane, conclude la ricerca Unic, in apertura 2014 si segnala solo un leggero ritocco per le taglie grandi. (ag)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati