Materia prima, Australia regina dell’export di carni rosse, Nuova Zelanda delle ovicaprine

L’Australia è il primo esportatore di carne rossa al mondo. Con i suoi 1,8 milioni di tonnellate di export, si mette alle spalle (nell’ordine) India, Brasile, Stati Uniti e Nuova Zelanda. Canberra è anche ai vertici della classifica degli stati esportatori di carni ovicaprine, questa volta alle spalle della Nuova Zelanda: i due Paesi oceanici, insieme, rappresentano circa il 70%  dell’export globale. Sono alcuni risultati del report “State of the Industry 2017” realizzato dalla società di consulenza Ernest & Young per MLA (Meat & Livestock Australia). Buoni gli indicatori, in generale, per la zootecnia mondiale. Secondo il report, tra il 1995 e il 2014 il patrimonio bovino globale è cresciuto del 12,9%, mentre quello di pecore e capre del 12,8%. La centralità dell’Australia nelle esportazioni di carne rosse si spiega perché mentre la produzione di altri Paesi (in primis il Brasile) si rivolge al mercato domestico, quella di Canberra è destinata al 74% ai mercati internazionali.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati