Materia prima: nel secondo trimestre 2017 le quotazioni del vitello crescono ancora, a giugno in ripresa le ovine

Le quotazioni dei vitelli sono le uniche che continuano a crescere nel secondo trimestre del 2017 (per un generale +12% nei primi sei mesi dell’anno), mentre gli altri segmenti del bovino (vitellame, vacche e tori) dopo un aprile rialzista, hanno invertito la rotta e conosciuto a maggio e giugno ribassi in molte piazze. Nello stesso periodo le quotazioni delle pelli grezze ovine hanno conosciuto un andamento volatile: prezzi tendenzialmente stabili ad aprile, in calo a maggio e poi di nuovo in crescita a giugno (soprattutto sotto la spinta delle piazze mediorientali). Lo riporta la Congiuntura Area Pelle per il 2° trimestre 2017 realizzata dal Servizio Economico di Lineapelle (consultabile nella versione completa al seguente link). A proposito di disponibilità della materia prima conciaria, i conferimenti di bovini adulti, pur in leggero rallentamento, rimangono in area positiva, con un generale +4% su base annua nel primo semestre 2017, mentre nello stesso periodo i vitelli sono in parità. Recuperano le origini in Europa e negli Stati Uniti, così come aumentano quelle sudamericane, mentre i Paesi oceanici risultano in calo. Sono invece in diminuzione gli abbattimenti di ovini (-2% nel primo semestre), con lieve ripresa dell’Europa (media: +1%) e calo nelle regioni oceaniche (Nuova Zelanda -2% e Australia -7%).

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati