Pelli grezze Usa, inizia la discesa

Quotazioni settimanali in discesa, dopo mesi di costante tensione, per le pelli grezze nordamericane. Lo Jacobsen, principale report statunitense, indica una diminuzione compresa tra 1 e 2 dollari a pelle per buoi e scottone, con punte di 4 dollari per le native leggere, che avevano iniziato la settimana a 102 dollari/pelle per poi chiudere a 98. Arretrano anche le scottone native e marchiate, mentre le vacche risultano invariate. La tendenza è confermata da un altro report, Hidenet, che indica nell’abbondante disponibilità di materia prima (da maggio ad agosto le macellazioni americane viaggiano ai massimi livelli annuali) la causa di questa diminuzione dei prezzi, unita a una riduzione degli acquisti da parte della conceria coreana. In genere gli Stati Uniti anticipano la tendenza del mercato mondiale, tuttavia per ora l’Europa non mostra segnali di flessione e si mantiene ai massimi storici, con punte di 7,4 euro/kg per i migliori vitelli francesi.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati