Per Tyson Foods il primo trimestre è interlocutorio: vendite in leggero calo, cresce la divisione Beef (+1%)

Nel primo trimestre dell’anno fiscale in corso (terminato il 29 dicembre) le vendite di Tyson Foods si sono attestate a quota 10,19 miliardi di dollari, in leggera flessione rispetto ai 10,2 miliardi dello stesso periodo dell’anno precedente. Il gigante statunitense dell’agroindustria, che nel trimestre ha concluso l’acquisizione di Keystone Foods, si dice comunque soddisfatto per i risultati conseguiti: “Il nostro modello di diversificazione del business – sostiene in una nota il ceo e presidente Noel White – è il tratto distintivo del nostro gruppo”. Per Tyson Foods il segmento Beef continua ad essere il più forte e rappresentativo: con un fatturato di 3,9 miliardi, nel periodo ottobre-dicembre 2018 è cresciuto dell’1% (0,9% in volume). A proposito di diversificazione, il gruppo statunitense comunica anche l’acquisizione delle divisioni della brasiliana BRF in Europa e Tailandia: l’operazione consente agli statunitensi di rafforzare la propria posizione nelle carni avicole e nella divisione Prepared Food.

 

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati