Bene la Cina, bene gli USA: il primo trimestre del gruppo SMCP cresce del 12%

Le vendite in Cina e Stati Uniti spingono SMCP (Sandro, Maje e Claudie Pierlot), che ha chiuso il primo trimestre del 2018 con un fatturato di 252 milioni di euro, +11,9% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. A cambi costanti, l’aumento è del 15,8%. Tutti i marchi del gruppo controllato dalla società cinese Shandong Ruyi sono cresciuti a due cifre, con Claudie Pierlot brand principale. A livello geografico la Francia è quella che genera circa il 40% del fatturato ma è cresciuta solo dello 0,7%. Buona la crescita degli accessori (pelletteria compresa) le cui vendite sono aumentate in ognuno dei tre brand. Il gruppo del lusso accessibile prevede che l’impatto negativo dei cambi, principalmente legato alla forza dell’euro, si ridurrà nei prossimi trimestri. L’ad del gruppo, Daniel Lalonde, ha confermato gli obiettivi del 2018 con un aumento delle vendite tra 11% e 13% a tassi di cambio costanti e un aumento dei margini. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati