Cavalli, la soluzione potrebbe essere l’alleanza tra Bluestar e OTB, Stefanel chiede una proroga

Roberto Cavalli lavora per uscire dalla crisi, Stefanel ha bisogno di altri 60 giorni per vedere la luce. Un’alleanza tra due pretendenti, l’americana Bluestar Alliance e il gruppo OTB di Renzo Rosso, potrebbe essere la soluzione per la maison fiorentina in crisi. L’indiscrezione è stata battuta da MFF, secondo cui Philipp Plein, abbandonato dal fondo londinese Blue Sky, ha lasciato il tavolo. L’alleanza italo-americana sarebbe un’operazione percorribile sotto molti aspetti ma, secondo fonti ufficiali, non se ne sarebbe parlato durante il board di Clessidra svoltosi giovedì scorso. L’obiettivo è comunque quello di arrivare ad una conclusione entro il 3 agosto, scadenza della presentazione del piano al Tribunale, a meno che non ci sia una richiesta di proroga, come nel caso di Stefanel. Per il marchio, infatti, sarebbe scaduto oggi il termine per la presentazione del piano di ristrutturazione (concordato e rilancio), ma l’azienda ha chiesto al Tribunale di Treviso altri 60 giorni di tempo “per definire – spiega Stefanel – la migliore proposta ai creditori, tenuto conto che sono state avviate le discussioni con il ceto bancario al fine di pervenire alla sottoscrizione di un accordo paraconcordatario e che sono in corso colloqui con potenziali investitori industriali per la valorizzazione del marchio”. Rinviata anche la riunione del CdA che deve approvare il bilancio 2018 e l’assemblea dei soci. Nel frattempo sono iniziati i licenziamenti mentre a breve chiuderà lo stabilimento di Ponte di Piave. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati