Gucci in Francia perde causa contro Guess

Dopo aver vinto i processi tenuti in Italia e negli Stati Uniti, Gucci ha perduto quello francese nella battaglia contro Guess sull’uso di tre trademark. Il Tribunal de Grande Instance ha infatti respinto l’azione intentata dalla griffe francese contro il rivale specializzato in jeanseria con cui richiedeva un risarcimento di 55 milioni di euro. I giudici non hanno riscontrato “alcuna violazione nell’uso del trademark, nessuna contraffazione o competizione sleale”. Secondo la sentenza, contro cui Gucci ha dichiarato di volersi appellare, la maison non vanta più diritti esclusivi sul simbolo “GG” (nella foto, a sinistra quello di Gucci, a destra quello di Guess), sul logo e sulla striscia rosso-verde. Lo scorso settembre, invece, la Corte d’Appello di Milano condannò Guess per la “costante attitudine imitativa riguardo i motivi usati da Gucci e in alcuni casi per il sistematico e massiccio sfruttamento della sua creatività”. Per Paul Marciano, ceo dell’azienda con base a Los Angeles, “si tratta di battaglie legali inutili, che bruciano tempo e denaro”. (pt)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati