H&M cresce, ma non abbastanza: a febbraio il colosso svedese rallenta (e vede Zara allungare le distanze)

Il gruppo svedese del fast fashion H&M nel trimestre fiscale dicembre-febbraio ha visto il proprio fatturato crescere dell’8% (4,9 miliardi di euro), meno di quanto si aspettassero gli analisti. Da Stoccolma, in attesa del report dettagliato sui risultati finanziari, comunicano che le vendite sono rallentate a febbraio, quando la progressione si è limitata a +3%. H&M sostiene che la performance sia stata penalizzata dal calendario: febbraio 2017 ha avuto un giorno in meno rispetto al 2016. La pubblicazione del risultato, considerato deludente, ha causato una perdita del 4,5% del valore delle azioni in Borsa. Secondo Reuters, che cita una ricerca di mercato tedesca, il gruppo svedese avrebbe perso terreno soprattutto in Germania, dove a febbraio le vendite sono calate del 9%. Secondo l’agenzia di stampa, il gruppo svedese starebbe studiando strategie per espandere il proprio mercato. Di certo, adesso vede il concorrente spagnolo Inditex (Zara e Massimiliano Dutti tra i brand controllati), che cresce in double digit, prendere il largo.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati