Hugo Boss perde quota

Hugo Boss ha presentato stamane i dati del primo trimestre 2013, confermando i segnali di difficoltà evidenziati da altri brand del lusso nello stesso periodo (tra cui Lvmh e Kering). Le vendite sono diminuite del 2%, 593 milioni di euro contro i 607 dello stesso periodo 2012. In Europa il giro d’affari è risultato in calo del 5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. In America le vendite sono aumentate del 6%, in Cina dell’1%. “Il contesto di mercato è stato molto impegnativo nei primi mesi di quest’anno”, ha detto Claus-Dietrich Lahrs, a.d. Hugo Boss. “Con una performance migliore del business wholesale nella restante parte dell’anno ritorneremo in crescita già nel secondo trimestre. Riconfermiamo quindi i nostri obiettivi di vendita e utili per il 2013”. Vendite e profitti dovrebbero crescere di una percentuale inferiore al 10%.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati