La doppietta di Marenzi: si aggiudica la presidenza di Pitti Immagine, è a un passo da quella della Federazione della Moda

Già presidente di SMI (tessile-abbigliamento) e di EMI (la joint SMI-Pitti per valorizzare il made in Italy all’estero), Claudio Marenzi (nella foto) è stato nominato nuovo presidente di Pitti Immagine, la società fiorentina che organizza le fiere della moda (tra cui Pitti Uomo, Bimbo, Filati), ma anche Pitti Taste e Fragranze. L’imprenditore 55enne novarese, titolare di Herno, va a sostituire Gaetano Marzotto e nel frattempo si appresta, sostengono rumor giornalistici, a diventare presidente della nascente Federazione unica della moda italiana, che riunirà SMI, Assocalzaturifici, Aimpes e Anfao. La sua designazione alla guida di Pitti sembra essere stata caldeggiata dal sindaco di Firenze Dario Nardella ed è arrivata dopo una serrata trattativa e un lungo cda del Centro di Firenze per la Moda Italiana, la holding che elegge i vertici di Pitti, riunitasi a Firenze sotto la presidenza di Andrea Cavicchi. Il rinnovamento del board di Pitti vede quindi snellire il numero dei consiglieri: proprio Cavicchi diventa vicepresidente, mentre gli altri membri saranno Carlo Piacenza (leader degli industriali di Biella e alla guida della Piacenza Cashmere), Claudio Orrea (presidente e ceo di Patrizia Pepe), Niccolò Biondi (del gruppo Roy Roger’s), Micaela La Delivelec (top manager di Gucci,), Niccolò Manetti (Manetti Battiloro, in rappresentanza della Camera di Commercio), Franco Baccani (Confindustria, imprenditore della pelle) e Raffaello Napoleone, indicato dall’assemblea dei soci di Pitti Immagine che continuerà a ricoprire la carica di amministratore delegato. (mvg)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati