Milano Moda Donna: tornano Gucci e Bottega Veneta. Capasa: “Le concerie italiane, le più sostenibili al mondo”

Mentre a New York va in scena (piuttosto in sordina) l’ultima settimana della moda maschile, a Milano CNMI (Camera Nazionale Moda Italia) presenta le sfilate Donna, in calendario dal 19 al 25 febbraio. In un contesto congiunturale che si opacizza (“Prevediamo un rallentamento della crescita nel primo semestre 2019 – ha detto il presidente Carlo Capasa -: circa +1%, contro il +2,8% del 2018”), Milano mette in calendario “60 sfilate, 81 presentazioni e 33 eventi, per un totale di 173 collezioni”. Soprattutto, la prossima edizione di Milano Moda Donna, che si svolgerà in concomitanza con Lineapelle96 (Fieramilano Rho, 20/22 febbraio), segna il ritorno in passerella di Gucci (mercoledì 20 febbraio, ore 15) e Bottega Veneta (venerdì 22 febbraio, ore 11.30). “Questa edizione di MMD – dice Capasa – rappresenta uno specchio della creatività con un calendario che permette a ogni brand di esprimere la propria innovativa orma di comunicare e raccontarsi”. Uno “specchio”, quello delle sfilate milanesi, che rappresenta il vertice della filiera italiana della moda. Una filiera che, spiega Capasa, “è unica nel rendere possibile” il trasferimento dalla creatività alla produzione, “senza dimenticare lo studio incredibile che in Italia viene svolto sui materiali, dal filo alle concerie, da aziende che sono le più sostenibili al mondo per quanto riguarda l’attenzione alla produzione, alla responsabilità sociale, all’impatto ambientale”.

 

 

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati