Perdite in aumento e fatturato stabile per Aeffe

I primi 9 mesi dell’esercizio 2013 per Aeffe hanno comportato un incremento delle perdite e una parziale erosione dell’Ebitda, con il fatturato più o meno in linea con gli esercizi precedenti. Lo dice una nota del gruppo del lusso, proprietario dei marchi Alberta Ferretti, Moschino, Pollini, Emanuel Ungaro e Cédric Charlier, nella quale si spiega che i ricavi consolidati sono pari a 198,7 milioni di euro, in calo dello 0,7% a tassi costanti, mentre il rosso, al 30 settembre scorso, è pari a 2,3 milioni di euro rispetto ai 300 mila euro dei primi nove mesi dell’anno scorso e l’Ebitda è sceso a 16,3 milioni rispetto ai 20,5 milioni dello stesso periodo 2012. “Dopo avere sostituito due licenze non più profittevoli con i nuovi progetti Cédric Charlier, Emanuel Ungaro by Fausto Puglisi e Philosophy by Nathalie Ratabesi, il focus si è ora spostato su Moschino, dove la recente nomina di Jeremy Scott a nuovo direttore creativo della maison ci apre a nuove opportunità”, ha commentato Massimo Ferretti, presidente esecutivo del gruppo. (mc)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati