Richemont chiama Philippe Fortunato per il rilancio della moda

Richemont chiama Philippe Fortunato per il rilancio della moda

Richemont nomina Philippe Fortunato alla guida della divisione Moda e Accessori, cui fanno capo i marchi Chloé, Dunhill, Alaïa, Montblanc, Purdey, Peter Millar e Serapian. La poltrona era occupata ad interim dal CEO Jérôme Lambert, subentrato ad ottobre al dimissionario Eric Vallat, durato nel ruolo poco più di un anno.

Ma quale dismissione

Da anni gli analisti si interrogano sul futuro della divisione fashion di Richemont, che ha il suo core business nella gioielleria. C’era chi ipotizzava la cessione dei marchi e chi, invece, prefigurava un fantasmagorico deal con Kering. Il gruppo elvetico ha dato risposte di tutt’altro tenore. A fine ottobre 2019 ha annunciato il progetto AZFashion, nato dalla partnership con lo stilista Alber Elbaz (progetto che in realtà deve ancora vedere la luce). Ora arriva la nomina di Philippe Fortunato, CEO di Givenchy per sei anni e fino allo scorso marzo.

Philippe Fortunato

Fortunato vanta una lunga esperienza all’interno di LVMH, dove è stato presidente e CEO per il Nord Asia di Louis Vuitton e prima ancora amministratore delegato di Fendi. In carriera ha avuto incarichi in Christian Dior e Louis Vuitton in Cina. È evidente come il manager sia stato chiamato per rilanciare le attività che il colosso svizzero definisce “Other” nel suo bilancio. Attività che valgono 1,79 miliardi di euro (il 13% del fatturato complessivo del gruppo) con un consistente peso della “leather goods”. (mv)

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati