Se è fair che il Bangladesh paghi il crac del fast fashion inglese

Se è fair che il Bangladesh paghi il crac del fast fashion inglese

Topshop, società del gruppo Arcadia (che gestisce anche altre insegne). Peacocks. Primark che, anche se irlandese di origine, ha la sede a Londra. La pandemia di Coronavirus mette in difficoltà i consumi a tutto tondo, inclusi quelli della moda, figurarsi quella del segmento mass market. Ma nel Regno Unito, forse perché hanno più attori nazionali,…

ACCEDI PER CONTINUARE A LEGGERE

Scopri l’abbonamento che fa per te tra le nostre proposte

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati