A Pechino la sportiva si vende on line

In Cina nel 2012 sono stati chiusi 5.000 negozi specializzati in calzatura e abbigliamento sportivo. Ma, in compenso, sono esplose le relative vendite on line, che durante l’anno scorso hanno quintuplicato l loro valore rispetto al 2011, raggiungendo l’astronomica cifra di 28 miliardi di dollari. La perdita di terreno del negozio fisico in Cina sembra causata dal macchinoso sistema del dettaglio: “Comporta un numero troppo elevato di intermediari – afferma Bu Guanggi, amministratore delegato del sito Icson – I brand spesso non riescono ad avere l’esatta percezione delle vendite, mentre i negozi si ritrovano con magazzini insostenibili e carenza di liquidità. Le vendite online, invece, permettono di valutare i dati di cassa in tempo reale, permettendo un miglioramento della varietà dell’offerta”. (pt)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati