Belle International si sposta a produrre nell’Inner China

Dietro il risultato di bilancio 2013 del principale dettagliante cinese di calzatura, Belle International, c’è il graduale abbandono della manifattura delle regioni costiere cinesi: “Il trasferimento avvenuto qualche anno fa ci ha aiutati a fronteggiare la carenza di manodopera, ma anche a migliorare la stabilità delle diverse componenti della manifattura” ha rivelato l’amministratore delegato, Sheng Baijiao. Quest’ultimo ha confermato che Belle dispone ancora di fabbriche a Shenzhen, Dongguan (Guangdong) e Jianhu (Jiangsu), ma sta incrementando la produzione a Zigui (provincia di Hubei) e Suzhou (Anhui). Questi ultimi appartengono a poli meno evoluti nella scala delle aree industriali che sostengono il prodotto interno lordo: il primo infatti è 9° mentre il secondo 14°, e rispettivamente contribuiscono al Pil per il 60% e il 70% in meno della sola Guangdong, in cima alla classifica della produttività delle 19 province industrializzate. (pt)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati