Caccia al pitone in Florida: “Sono troppi e pericolosi”

Lo Stato della Florida vuole risolvere il problema della sovrappopolazione dei pitoni, che in alcuni recenti casi hanno destato problemi di ordine pubblico e sicurezza. Il piano della Florida Fish and Wildlife Conservation Society è quello di richiamare cacciatori professonisti ai quali corrispondere una percentuale su ogni cattura, per poi vendere le pelli alle concerie, europee incluse. La Florida stima che nelle sue sconfinate paludi, le Everglades, vivano oltre 100 mila pitoni allo stato selvaggio, molti dei quali, spesso, finiscono per avvicinarsi ai centri abitati mettendo a rischio la vita dei cittadini. Un mese fa un piccolo pitone ha strangolato un bambino di due anni nei sobborghi di Orlando, mentre ha fatto il giro degli Usa la foto di un esemplare di appena 4 metri che è scoppiato per aver cercato in ingoiare un alligatore. I pitoni, lunghi sino a sette metri, si nutrono anche di cervi e linci rosse e la loro presenza invasiva, oltre a preoccupare l’uomo, sta mettendo a repentaglio altre specie animali e il corretto equilibrio del locale ecosistema. (pt)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati