Ma c’è chi dagli USA scappa. American Apparel sfida la Casa Bianca e apre fabbriche in America Centrale

American Apparel sfida la Casa Bianca e si prepara a lasciare la produzione made in USA. Gildan Actiwear, la società che ha rilevato il marchio a febbraio, ha iniziato a produrre camicie per la divisione wholesale in Honduras e Nicaragua, Paesi dove il gruppo ha già stabilimenti produttivi. Una decisione presa per ridurre i costi, e quindi il prezzo di vendita, per poter attrarre nuovi clienti, e che prevede ulteriori sviluppi sul breve periodo, coinvolgendo tutte le altre linee di prodotto. Nel mese di gennaio, American Apparel ha annunciato 2.400 licenziamenti, sia presso la sede centrale (2.166 dipendenti) e sia nella fabbrica (959 dipendenti) entrambe a Los Angeles. L’accordo con Gildan non ha incluso la distribuzione, con negozi che continuano a chiudere, soprattutto in Europa. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati