Cina: 18 arresti per scarico di liquami conciari

La polizia di Haining City (provincia di Zhejiang) ha arrestato 18 dei 23 dipendenti di un’azienda incaricata di provvedere all’eliminazione di liquami conciari. Sono anche state sequestrate sei imbarcazioni usate per il trasporto dei residui. L’azienda, attiva dal maggio 2012, aveva affittato un molo a Tongxiang lungo il cosiddetto Canale Grande (il sistema fluviale che congiunge Beijing ad Hangzhou nello Zhejiang e il lago Poyang nella provincia di Jiangxi) e qui scaricava liquami altamente tossici. La polizia ha iniziato le indagini lo scorso giugno dopo aver notato l’improvviso aumento dei valori di tossicità delle acque in alcuni canali laterali. (pt)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati