CITES, evitato lo stop alle riesportazioni di pelli esotiche: prorogata la validità dei moduli del Corpo Forestale

Almeno questo. La soluzione (ponte) l’hanno trovata i Carabinieri, prorogando l’utilizzo dei timbri e dei formulari che ancora portano la vecchia intestazione del Corpo Forestale dello Stato. Non sarà dunque un inghippo burocratico (come si temeva) a bloccare le certificazioni per le riesportazioni delle pelli di animale sotto convenzione di Washington. Il problema, come vi abbiamo già raccontato, è nato dopo che all’accorpamento della Forestale nell’Arma non ha fatto seguito un passaggio di consegne adeguatamente rapido a proposito di funzioni CITES. Per un decreto legge pubblicato ad agosto, in vigore da settembre e definitivo dal primo gennaio, il Governo non si è fatto trovare pronto, né i Carabinieri si sono rivelati particolarmente tempestivi. (rp)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati