“La Francia elimini le restrizioni sulle calzature fatte a mano”, aperta procedura Ue

Per l’Unione Europea la Francia deve eliminare le restrizioni al commercio di calzature “fatte a mano” prodotte ed etichettate in un altro Stato dell’Unione Europea, anche con metodi diversi da quello francese. Secondo la Commissione, la legge francese (48/824) nega il principio del riconoscimento reciproco e limita la libera circolazione delle merci all’interno del mercato unico europeo. Dopo l’apertura della procedura di infrazione la Commissione europea ha inviato un parere motivato a Parigi chiedendo la modifica della legge nazionale che riserva la denominazione “fait main” (fatto a mano) esclusivamente alle calzature fabbricate in un modo specifico descritto dalla legge francese. La Francia ha due mesi per comunicare alla Commissione le misure adottate, in caso contrario, la Commissione può decidere di deferire la Parigi alla Corte di Giustizia UE. (mc)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati