“Imparate la frugalità!”: in Cina scuola media vieta sneaker di importazione agli studenti

Un’ordinanza emanata dai dirigenti di una scuola media di Jinjiang (Cina) ha lasciato stupiti studenti e genitori: è vietato a ragazzi e ragazze che vivono nel campus di calzare sneaker di importazione, ovvero recanti brand stranieri. Questa decisione serve a stoppare la competizione tra studenti, che subissano i genitori di richieste per i modelli di calzature più “cool”. L’ordinanza, fanno sapere dall’istituto, è stata presa per trasmettere agli studenti il senso della frugalità e della non concorrenza nell’apparire. Negli anni passati, la stessa scuola aveva proibito ai ragazzi di usare il cellulare nel campus, oltre al consueto obbligo -in tutta la Cina – di indossare le uniformi della scuola. Su alcuni social network cinesi si è scatenata la battaglia dei commenti, tra chi è favorevole e chi è contrario. Tra gli altri, un internauta ha fatto notare che ci sono anche scarpe di brand cinesi che costano migliaia di yuan a paio, dunque se i ragazzi vogliono far spendere molto ai propri genitori hanno la possibilità di farlo, come pure la possibilità di competere tra chi è più fashion e alla moda. (ap)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati