Occhio al sale cinese: contaminato!

Il sale cinese è inquinato da microparticelle di plastica. Lo svela una ricerca della Donghua University di Shanghai. Le analisi su campioni di 15 marchi di sale in commercio a Pechino dimostrano che è contaminato da elementi sintetici come polietilene e cellophane. Il più inquinato di tutti è il sale marino, che presenta una concentrazione tra le 550 e le 681 particelle per chilo. In quello di lago la forbice oscilla tra le 43 e le 364 particelle per chilo, mentre il più “pulito” è quello di roccia, estratto in grotte e giacimento sotterranei, attestato tra i 7 e 204. L’accumulo di microplastiche è tossico per la salute. Attenzione, dunque… (rp)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati