Salerno, sgominata filiera di Chanel false. 5.000 prodotti sequestrati e 40 indagati

L’hanno chiamata Doppia C, con un chiaro riferimento al logo Chanel. È il nome  dell’operazione anti-contraffazione condotta dai finanzieri del nucleo di Polizia tributaria di Salerno e consistente in una trentina di perquisizioni eseguite in varie località di Campania, Puglia, Liguria, Emilia Romagna, Sicilia e Lazio, tra cui alcuni negozi ubicati nelle principali vie dello shopping della Capitale e nel quartiere Vomero di Napoli. L’obiettivo della guardia di Finanza è stata l’individuazione di merce contraffatta riportante il marchio o il monogramma della prestigiosa maison francese. L’indagine, iniziata nell’estate del 2015, ha consentito di ricostruire una filiera di produzione e vendita di falsi Chanel, in particolare calzature, borse, accessori e bigiotteria, e di sequestrare oltre 5.000 pezzi contraffatti. Ad oggi sono 40 gli indagati a vario titolo per i reati di associazione per delinquere finalizzata alla contraffazione, commercio di prodotti falsi e ricettazione.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati