Toscana: terzo trimestre 2014 ok per (quasi tutta) la scarpa e la pelletteria

Secondo il recente Monitor distrettuale di Intesa San Paolo, relative alle produzioni manifatturiere toscane, ci sarebbero buone previsioni per l’export 2015 per tutti i distretti regionali, considerate le ultime svalutazioni dell’euro nei confronti del dollaro e il basso costo dell’energia (dovuto alla diminuzione del prezzo del petrolio). Nel terzo trimestre 2014, se si escluso le calzature di Lucca, buoni risultati per la pelletteria e le scarpe di Arezzo (+16%), la pelletteria fiorentina (+11,4%) e le aziende calzaturiere di Lamporecchio (+8,1%). (aq)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati