Turchia: calzatura in cerca di alternative alla Russia

La conflittualità diplomatica sorta fra Mosca e Ankara in seguito alla disputa sull’abbattimento del jet russo avvenuto a novembre, e le conseguenti sanzioni all’import di merci turche decise dalla Russia, ha creato un grave buco nel settore calzaturiero turco. In alcune dichiarazioni rese la scorsa settimana, il presidente del sindacato degli esportatori dell’area pelle, Mustafa Senocak, ha affermato che le aziende stanno studiando una strategia “per cercare nuovi mercati dopo il collasso dell’export verso la Russia”. L’area pelle turca nel 2014 ha esportato oltre mezzo miliardo di dollari in Russia. La ricerca di nuovi clienti è rivolta verso “Stati Uniti, Giappone, Corea e alcuni Paesi europei”. (pt)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati