Yue Yuen, per la prima volta lavoratori riuniti in un sindacato unitario

A distanza di 6 mesi dal clamoroso sciopero che ha coinvolto decine di migliaia di operai negli stabilimenti cinesi del gigante taiwanese Yue Yuen Industrial Holdings, nella filiale di Gaobu (provincia del Dongguan) le maestranze hanno dato vita a un’associazione sindacale, a cui hanno aderito circa 27.000 lavoratori del gruppo, pari al 70% del totale. Il sindacato è composto da 8 comitati, 17 succursali e 186 gruppi di lavoro. Non è la prima volta che gli operai di Yue Yuen tentano di organizzarsi in una piattaforma sindacale: era già successo nel 2006, ma il progetto era fallito. Lo scorso luglio i dirigenti di Yue Yuen avevano auspicato la necessità di avere un sindacato con cui trattare: anzi, incoraggiavano i lavoratori a fondarne uno unitario. Lo sciopero di aprile si era concluso con l’intervento governativo, che aveva costretto il gruppo Yue Yuen a riconoscere le spettanze dei lavoratori. (ap)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati