Bally, taglio (provvisorio) dell’organico

Bally, marchio storico della moda in Svizzera, conosciuto nel settore calzature e pelletteria, ha annunciato ai propri dipendenti un piano di riorganizzazione interna che prevede un taglio dell’organico del 5% che riguarderà anche la sede di Caslano, nel Canton Ticino, dove lavorano 300 dei 1700 dipendenti globali. “Si tratta di un processo fisiologico volto al miglioramento dei processi, per poter puntare ad una migliore crescita futura” precisa al CdT Stefano Sacchetta, direttore finanziario e risorse umane del gruppo, che sottolinea anche come “questa riduzione del personale è un processo temporaneo e già dal prossimo anno potrebbe ripartire un nuovo piano di assunzioni di nuove figure specializzate”. Nella foto, gli interni del monomarca Bally di Ginevra

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati