Braccialini, raggiunta l’intesa sugli esuberi

Braccialini aveva annunciato 77 esuberi ad ottobre e in questi giorni è stata trovata l’intesa tra l’azienda e le parti sociali che prevede l’avvio di un contratto di solidarietà difensiva da adottare per i prossimi 12/24 mesi al fine di offrire ai propri dipendenti vasto margine di tutela sia dal punto di vista economico che contributivo.Al termine di questo periodo saranno messi in mobilità circa la metà dei lavoratori inizialmente previsti. “Siamo orgogliosi dei nostri lavoratori ed esprimiamo la nostra solidarietà a coloro ai quali non potremo più garantire il posto di lavoro”, ha dichiarato Riccardo Braccialini, amministratore dell’azienda, spiegando che “si apre una nuova fase di sviluppo dopo il fallimento del gruppo Burani del 2009 (di cui faceva parte l’azienda fiorentina e del quale Braccialini ha rilevato le quote insieme ad altri soci, ndr) che ha creato un’onda lunga i cui effetti sono comtinuati fino ad oggi”. Braccialini, presente in oltre 50 paesi nel mondo con quasi 60 monomarca ed oltre 1000 concessionari, ha chiuso l’anno scorso con lo stesso fatturato del 2011, poco sotto gli 80 milioni di euro. (m.c.)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati