Cambio a.d. per Mandarina Duck


È Ferdinando Pandolfi(nella foto) il nuovo amministratore delegato di Mandarina Duck, azienda specializzata in pelletteria e accessori che fa capo al gruppo coreano E-Land. Succede a Christopher Bizzio, che ha lasciato l’incarico lo scorso mese di luglio.
Laureato in Business Administration, Pandolfi ha condotto con successo per più di 20 anni numerosi incarichi di responsabilità in aziende internazionali del settore fashion. Oltre ad aver seguito nel recente passato diverse importanti operazioni di ristrutturazione finanziaria di aziende della moda, ha lavorato per il Gruppo La Perla e per il Gruppo Armani. In Mandarina Duck Ferdinando Pandolfi sarà impegnato a dare nuovo impulso allo sviluppo del brand – con focus sui mercati asiatici– nonché a consolidare la presenza nei Paesi in cui il marchio è attualmente distribuito.
L’azienda, con sede alle porte di Bologna, è stata protagonista negli anni ’80 di un autentico boom con modelli di design e costruiti con materiali innovativi, tra cui il famoso zainetto. Fondata nel 1968 da Paolo Trento con il cugino Piero Mannato, scoperta da Franca Sozzani quand’era una semplice redattrice di Vogue, Mandarina ha all’attivo una lunga serie di prodotti cult, dallo zainetto Utility alla linea da viaggio Tank, fino alla borsa in pelle Hera e alle custodie prodotte per i computer di Sony Vaio e alle collaborazioni con Bmw. Transitata per il gruppo Antichi Pellettieri, da cui è uscita indenne, è di proprietà coreana dal luglio del 2011. Conta 50 punti vendita monomarca dislocati in Italia, Germania, Francia, Spagna e Cina ed è distribuita a livello wholesale in oltre 30 Paesi.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati