Chiuse 38 ditte di pelletteria abusive

38 ditte specializzate nella produzione di articoli di pelletteria, che operavano all’interno di 3 capannoni a Sesto Fiorentino, sono state chiuse per il mancato rispetto delle norme igienico-sanitarie e della sicurezza sul lavoro. L’ordinanza di cessazione immediata delle attività è stata disposta dal sindaco a seguito dei controlli delle forze dell’ordine ai quali ha partecipato una task force di 60 persone. I capannoni, affittati a 2 cinesi ma di proprietà di italiani, erano stati modificati in modo abusivo: la parte inferiore suddivisa in piccole aree che ospitavano ciascuna una ditta a conduzione familiare; la parte superiore, chiusa con pannelli in cartongesso, adibita a dormitorio. In tutti i capannoni è stata riscontrata la mancanza dei requisiti necessari per la sicurezza antincendio previsti per la lavorazione di pelli. I titolari di 4 ditte sono stati denunciati. 18 aziende sono state colpite da sanzioni amministrative per un totale di 64.750 euro. Inoltre sono stati scoperti 7 lavoratori in nero e 26 irregolari. (m.c.)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati