CRV stende Picard, i tedeschi chiedono la protezione dai creditori

CRV stende Picard, i tedeschi chiedono la protezione dai creditori

CRV stende Picard. Il produttore di pelletteria ha depositato al Tribunale Distrettuale di Offenbach la richiesta per la protezione dai creditori. In altre parole, l’equivalente del Concordato Preventivo italiano. L’azienda di Obertshausen ha preso questa decisione per la mancanza di liquidità causata dalla chiusura dei negozi e dai mancati incassi dei multimarca dove è presente con un corner.

CRV stende Picard

“Purtroppo, non c’è altro modo se non quello di dare corso a questo scudo protettivo”. Ad affermarlo è la società che dà lavoro a 2.200 persone e ha stabilimenti produttivi in Bangladesh, Tunisia e Ucraina. Come riporta SchuhMarkt, la perdita di fatturato e i mancati incassi del retail, soprattutto da parte dei clienti stranieri. Ma anche per la crisi dell’insegna multimarca Galeria Karstadt-Kaufhof, sono troppo elevati. “Anche i nostri negozi, che si trovano principalmente negli aeroporti tedeschi, per il momento sono chiusi” ha precisato Georg Picard, quarta generazione della famiglia e CEO del 2015.

Ipotesi di rinnovamento

“Ora abbiamo l’opportunità di sviluppare un piano di rinnovamento coerente – dice Picard – per adattarci al futuro, e quindi avere la possibilità di guidare l’azienda con successo”. Nelle ultime settimane la pelletteria tedesca si era riconvertita alla produzione di circa 10.000 mascherine alla settimana. Una scelta che non ha evitato la crisi della storica azienda fondata nel 1928. (mv)

Immagini tratte dal profilo Instagram di Picard

Leggi anche: 

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati