Dai nuovi trolley Montblanc alle (ampliate) collezioni Pineider: la pelle è “ovunque e quanta più possibile”

0

Montblanc lancia la sua prima collezione di valigie: sono prodotte nella fabbrica di pelletteria del brand controllato da Richemont alla periferia di Firenze e “contengono più pelle possibile. “Sapevamo che dovevamo avere una valigia leggera, ma Montblanc è anche pelle. Quindi, come integrare questo assett nella nostra nuova linea di valigie? Inserendo la pelle ovunque abbiamo potuto; questo elemento ci rende molto diversi dai prodotti che ci sono oggi sul mercato. Per noi è molto importante averlo fatto in Italia. Per noi significa pelle”. Sono le parole pronunciate da Nicolas Baretzki, ceo di Montblanc, e riportate da Forbes. La nuova # MY4810 Trolley Collection (da cinque pezzi) è realizzata in policarbonato leggero con interno in nylon. La pelle viene utilizzata come tocco stilistico su manico, angoli, una fascia sulla parte anteriore delle valigie che riporta la scritta Montblanc e una piccola etichetta che può essere personalizzata con le iniziali del proprietario. Nuove proposte con la pelle in primo piano anche per Pineider che punta a raggiungere i 4 milioni di euro nel 2018. Il marchio toscano nato nel 1774 è stato acquisito all’inizio del 2017 da Rovagnati che ha riportato in Toscana sede legale, staff, produzione e l’intera filiera manifatturiera. Con il nuovo corso è stata ampliata l’offerta di prodotti: borse, zaini, agende e porta biglietti da visita, rigorosamente in pelle e prodotti in Toscana. “In questi ultimi 12 mesi, ovvero da quando un anno fa abbiamo presentato il nostro piano di rilancio ci siamo focalizzati molto su pelletteria, strumenti di scrittura e prodotti carta. Prevediamo di chiudere il 2018 a 4 milioni di euro, realizzati per il 50% in Italia. I nostri principali paesi esteri sono Usa, Giappone e Corea” ha detto Giuseppe Rossi, direttore generale del brand, a Pambianco e Fashion Network. Ieri Pineider ha inaugurato il proprio showroom commerciale in via Monte Napoleone a Milano. All’estero l’azienda punta all’apertura di corner e shop-in-shop nei principali department store mentre è stato rinnovato il sito internet che comprende anche l’e-shop. (mv)

Share.

Comments are closed.

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso