Forti guadagni per Longchamp in estremo oriente

A differenza di alcuni famosi brand del lusso come LV e Gucci, che di recente hanno frenato la propria espansione in Cina, i francesi di Longchamp puntano nei prossimi anni a un ulteriore rafforzamento della propria presenza sul mercato cinese. Secondo il Ceo Jean Cassegrain, nuovi store verranno aperti quest’anno e nei prossimi. Nel 2013, a fronte di due store chiusi, ne sono stati inaugurati sei sul suolo cinese, per cui ad oggi risultano essere in tutto 20 i punti vendita operanti in Cina. Longchamp, approdato in Cina nel 2006, ha fatto registrare ottimi risultati nel corso del 2013: le vendite tra Cina, Hong Kong e Taiwan sono cresciute complessivamente del 26%, facendo diventare l’Estremo Oriente l’area principale al mondo per gli introiti del brand, dopo la Francia e davanti agli Usa. Cassegrain, sottolineando che Longchamp punta ad una crescita a due cifre per il 2014, ha ricordato che lo scorso anno il brand ha registrato vendite per 462 milioni di euro, con una crescita del +4%, contro il +16% del 2012 e il +20% del 2011. (ap)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati