Il lusso si fa a Napoli

Grandi fabbriche, disponibilità di manodopera qualificata, costi inferiori. Ecco perché la borsetta prospera ai piedi del Vesuvio, dove le aziende cercano di superare pregiudizi e attrarre altre griffe.
Il lusso c’è, ma non appare. Le produzioni di borsette griffate passano per Napoli e il suo caotico hinterland, dove trovano mani e capacità di realizzazione, con la garanzia del più ambìto tra i marchi, il made in Italy. Lo fanno indirettamente, finendo per apparire una quasi-subfornitura, delocalizzazione (interna ai confini) dei partner milanesi o fiorentini delle grandi firme, che ai piedi del Vesuvio non ci vanno volentieri né amano comunicare che i loro “gioielli” in pelle da 1.500 euro al dettaglio sono stati prodotti da quei sapienti artigiani.
Tratto dal settimanale Mdp La Conceria, n.40/2012

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×