Il Vietnam avvia un programma per la produzione di pelletteria

Alcuni funzionari del ministero del Commercio vietnamita hanno incontrato i rappresentanti dell’associazione dei calzaturieri in vista dell’inclusione del Paese nel sistema generalizzato di preferenze da parte dell’Ue. L’export godrà infatti del taglio delle tariffe doganali, che verranno ridotte al 3-4% dalle attuali 13-14%. La spinta che ne deriverà, a giudizio del ministero, deve riflettersi sulla crescita dell’industria conciaria, ma soprattutto essere diretta verso la diversificazione produttiva. Il ministero ha incoraggiato gli industriali ad abbracciare infatti la manifattura di borse ed articoli di pelletteria di alta fascia. L’Unione Europea è il principale importatore della calzatura made in Vietnam, seconda solo alla Cina nella graduatoria dell’export mondiale (3,4 miliardi di dollari, il 33% del fatturato destinato all’estero). Nel 2013 l’export calzaturiero vietnamita è cresciuto del 18%, superando i 12 miliardi di dollari. (pt)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati