Katya Komarova, dalle sfilate alle borse (con le pelli italiane)

Katya Komarova, dalle sfilate alle borse (con le pelli italiane)

Mani russe, laboratorio australiano e pelli italiane. L’ex modella russa Katya Komarova ha lanciato il suo brand di pelletteria dopo aver studiato in Italia. Oggi ByMosquito produce accessori dallo stile minimalista utilizzando pelle italiana in uno studio di Adelaide.

L’amore casuale di Katya Komarova

Komarova racconta a broadsheet.com.au di aver scoperto l’amore per la pelletteria durante un viaggio in Thailandia nel 2010. Qui ha conosciuto un artigiano che le ha insegnato come realizzare un braccialetto. La modella ha capito che quella era la sua strada e l’ha seguita studiando design di borse all’Accademia Riaci di Firenze. Al termine degli studi ha fondato il suo marchio ByMosquito e nel 2013 ha trasferito la sede in Australia, rivedendo lo stile dei prodotti verso un’ottica più minimalista. “Sono molto orgogliosa di quello che era il brand, ma stavamo producendo in Cina – spiega -. Ora lavoriamo in Australia e usiamo raffinata pelle italiana conciata al vegetale”. Una materia prima che passa dal suo fornitore ad Adelaide.

Laboratorio bianco, niente cuciture

Lo spazio aperto ad Adelaide da Komarova è molto semplice. Pareti bianche e ripiani espositivi con i prodotti. Qui realizza le sue linee. “Produciamo su richiesta per cui il business è molto sostenibile” racconta ancora. Il fornitore taglia la pelle e gli artigiani la assemblano con una tecnica giapponese. Nessuna cucitura, sono le borchie a tenere insieme i componenti. (art)

 

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati