Le licenze di Global Brands: positive grazie al lusso accessibile

Global Brands, la holding di Hong Kong titolare di marchi e licenze (produzione/distribuzione) del calibro di Frye, Juicy Couture, Coach, Calvin Klein e Spyder, nel 2015 ha ridotto le vendite dello 0,9% (3,4 miliardi di dollari contro i 3,5 del 2014), ma ha incrementato l’utile netto del 12% (117 milioni di dollari contro i 104 del 2014.) Merito del lusso accessibile e delle calzature, è la sintesi del commento del ceo e vice presidente Bruce Rockowitz (nella foto): “In particolare i nostri marchi chiave di calzature e i prodotti fashion-driven hanno trovato un notevole appeal tra i consumatori nello spazio di lusso accessibile”. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati